Corso di Osteopatia T1 (diplomati e laureati)

Descrizione del corso

Attenzione! Per l’anno formativo 2021/2022, il comitato scientifico di CIO ha deciso di non attivare un nuovo corso di Osteopatia con Ordinamento T1 (ex Full Time) e T1 con esoneri (per laureati in Scienze Motorie e Biologia) per concentrarsi sulla ricerca osteopatica e sulla formazione postgraduate.  Sarà invece attivato il corso di Osteopatia con Ordinamento T2 esclusivamente per laureati in ambito medico-sanitario (vedi pagina specifica). I corsi già attivi proseguiranno fino a conclusione. 

Il Corso di Osteopatia con Ordinamento T1 (ex Full Time) si rivolge ai neodiplomati e ai laureati in corsi che non consentono l’accesso all’Ordinamento T2. Tra questi, una formula specifica è riservata ai laureati in Scienze Motorie e ai laureati in Biologia.

Questo corso, finalizzato a formare i futuri osteopati professionisti, è formulato conformemente alle disposizioni contenute nel Regolamento dell’AISO (Associazione Italiana Scuole di Osteopatia) e nel rispetto delle Linee Guida dettate dal CEN (European Committee for Standardization) per la formazione osteopatica.

Per l’ammissione al Corso di Osteopatia – Ordinamento T1 occorre essere in possesso di un diploma di scuola secondaria di secondo grado quinquennale o di una laurea (di primo o secondo livello) non sanitaria.

Il Corso di Osteopatia T1 ha la durata complessiva di 5 anni.

Scorri per leggere tutte le informazioni sul corso.

Ultimo aggiornamento: 18/09/2022

Contattaci

Informazioni e iscrizioni

Obiettivi
 

Il corso si propone di fornire a ogni iscritto tutte le competenze necessarie per potersi orientare autonomamente nel mondo del lavoro in qualità di Osteopata professionista.

Per farlo, l’insegnamento delle discipline osteopatiche si integra con quello delle materie scientifiche di base e mediche. Per un’adeguata formazione, è necessario lo studio di tutte le materie e l’applicazione delle varie tecniche in modo continuativo durante tutto l’anno formativo, per un’acquisizione approfondita ed integrata e un arricchimento graduale del proprio bagaglio di conoscenze.

 

Organizzazione e piano studi

Le lezioni si svolgono secondo un calendario prestabilito, che si articola indicativamente da ottobre a giugno e prevede tre giornate a settimana dedicate alle lezioni in aula (8 ore al giorno). Per ogni anno di corso vengono stabiliti sempre gli stessi giorni della settimana, permettendo così allo studente di organizzarsi al meglio tra frequenza e studio.
Dal 4° anno si aggiunge una giornata a settimana, per l’aumento del monte ore annuale da svolgere, che comprende le attività di tirocinio clinico.

L’insegnamento si articola in forma di lezioni frontali, didattica tutoriale, esercitazioni pratiche, tirocinio – osservazionale, interattivo e autonomo, verifiche del livello di apprendimento ed esami. Qualche lezione teorica potrebbe essere inoltre svolta online. Durante lo svolgimento di tutte le attività didattiche e, in particolare, della pratica osteopatica, lo studente iscritto al corso è tutelato da un’apposita copertura assicurativa sottoscritta dalla scuola.

Per ogni materia di studio sussiste l’obbligo di frequenza minima del 70% del monte ore di lezione. Tuttavia, è caldamente consigliata la presenza al maggior numero possibile di lezioni soprattutto per la parte pratica, poiché è opportuno provare le tecniche osteopatiche immediatamente dopo la spiegazione del docente, potendo contare sull’affiancamento degli assistenti.
La frequenza minima per materia di studio è necessaria per l’ammissione al corrispondente esame. In caso di carenza, la frequenza dovrà essere completata frequentando le lezioni nell’anno formativo successivo, così da poter sostenere l’esame.

IL PIANO STUDI

Il piano di studi del CIO è formulato nel rispetto dei criteri formativi stabiliti dalle norme internazionali per la formazione osteopatica ordinamento T1 ed è strutturato in modo tale da permettere allo studente neodiplomato di padroneggiare fin da subito le tecniche osteopatiche apprese nel corso dei 5 anni di corso, così da potersi muovere autonomamente nel mondo del lavoro in qualità di Osteopata professionista. CIO appartiene ad AISO (Associazione Italiana Scuole di Osteopatia).

Partendo dallo studio dell’anatomia umana nella sua totalità, gli studenti vengono via via guidati alla conoscenza approfondita delle singole aree corporee. Le competenze teoriche relative all’anatomo-fisiologia, alla palpazione e alla patologia sono necessarie per poter affrontare con la dovuta consapevolezza le lezioni pratiche sulle tecniche osteopatiche, fondamentali durante tutto il percorso formativo presso il CIO. Infatti, l’Osteopatia è soprattutto pratica clinica. Pertanto, in ciascun modulo di lezione, alla teoria osteopatica segue la sperimentazione pratica delle tecniche illustrate sotto la guida costante di docenti e assistenti.

CREDITI FORMATIVI OSTEOPATICI (CFO)

Il Corso di Studi è organizzato con riferimento al credito formativo osteopatico (CFO) che è l’unità di misura della quantità di lavoro richiesta all’iscritto per le diverse attività formative contenute nel Piano degli Studi. Al credito corrisponde un impegno di 30 ore di lavoro complessivo (lezioni, studio o altre attività). Un credito equivale convenzionalmente a 10 ore di lezione frontale oppure a 15 ore di formazione tutoriale o esercitazione pratica, oppure a 25 ore di tirocinio.
La distribuzione dei CFO nelle diverse tipologie di attività formative è determinata secondo i criteri fissati dal regolamento AISO (Associazione Italiana Scuole di Osteopatia) in relazione alle linee guida della OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) per la formazione in Osteopatia. I crediti corrispondenti a ciascuna attività formativa sono acquisiti dall’iscritto con il superamento del relativo esame di profitto.

Scarica il regolamento 2021/2022 del Corso di Osteopatia – Ordinamento T1

Modalità di iscrizione

ISCRIZIONE AGLI ANNI SUCCESSIVI AL PRIMO

Per accedere al nuovo anno formativo è necessario effettuare la richiesta di iscrizione online entro il 15 settembre 2021 dal proprio account nell’Area Riservata.
Dalla sezione “Gestione corsi”, in “Acquista corso”, selezionare ordinamento e anno di corso e procedere alla conferma, oppure all’aggiornamento, dei dati proposti dal sistema per il completamento della richiesta.
L’iscrizione è subordinata all’aver completato il pagamento della quota relativa all’anno precedentemente frequentato e si perfeziona con il versamento dell’acconto e la consegna del contratto di adesione sottoscritto in originale che ti sarà inviato via mail dalla segreteria.

Stampa il riepilogo della modalità di iscrizione – Anni successivi al primo

 

Costi e pagamenti

ISCRIZIONI AGLI ANNI SUCCESSIVI AL PRIMO

(Tutti gli importi indicati sono comprensivi di IVA di legge)

Quota annuale Corso di Osteopatia Ordinamento T1 (anni successivi al primo): Euro 8.200,00 da versare con le seguenti modalità:

  • Acconto: Euro 1.300,00 da versare entro il 15/09/2021
  • Saldo
    – In unica soluzione: Euro 6.600,00 da versare entro il 15/10/2021 con una riduzione di Euro 300,00 sulla quota ordinaria annuale
    – Rateizzato: n° 3 rate di Euro 2.300,00 cadauna da versare entro il 15/10/2021, 15/01/2022 e 15/04/2022.

Quota annuale ridotta Corso di Osteopatia Ordinamento T1 per studenti fuori corso (non ammessi all’esame D.O.):

1) Euro 1.600,00 da versare in unica soluzione entro il 15/09/2021.
La quota ridotta comprende: l’iscrizione a tutte le sessioni degli esami ancora da sostenere; il recupero della frequenza dei corsi e del tirocinio, necessaria per raggiungere la percentuale minima richiesta. La quota ridotta è riservata a coloro che abbiano completato il pagamento della quota annuale ordinaria relativa all’ultimo anno frequentato.

Tutti i pagamenti dovranno essere effettuati rispettando tassativamente le scadenze indicate e SOLO tramite bonifico bancario utilizzando le seguenti coordinate:

Emil Banca Credito Cooperativo – Ag. 31 – Collecchio (PR)
IBAN: IT 30 M 07072 65690 088310128846
a favore di C.I.O. S.r.l. – Strada Argini Parma, 103/b – Parma
Causale del bonifico: Cognome e Nome dell’iscritto al corso

Le fatture relative ai pagamenti saranno intestate secondo i dati inseriti nella sezione “FATTURAZIONE”; eventuali variazioni devono essere tempestivamente comunicate alla Segreteria, mediante l’aggiornamento dei propri dati nell’Area Riservata del sito e saranno prese in considerazione dalla data della variazione. Con l’introduzione, da Gennaio 2019, della fatturazione elettronica non sarà più possibile variare l’intestazione della fattura successivamente alla data di emissione del documento.

Tirocinio

Gli studenti del Corso in Osteopatia – Ordinamento T1 devono svolgere, in conformità a quanto previsto dall’AISO (Associazione Italiana Scuole di Osteopatia), il tirocinio pratico, una forma didattica esperienziale che prevede il contatto con un paziente sotto il controllo di un tutor esperto nella materia. La formazione con ordinamento T1  prevede lo svolgimento di complessive 1000 ore di attività di tirocinio.

Il tirocinio clinico inizia al 3° anno di corso con il tirocinio osservazionale, nel quale il tirocinante osserva il comportamento del tutor nel corso dell’anamnesi, della diagnosi osteopatica, del trattamento e della gestione del paziente, non intervenendo concretamente sul paziente.
Al 4° anno di corso si svolge il tirocinio interattivo: il tirocinante interagisce nella gestione del paziente secondo le indicazioni del tutor.
Al 5° anno, il tirocinante agisce autonomamente, con la supervisione del tutor, nell’anamnesi, nella diagnosi osteopatica, nel trattamento e nella gestione del paziente (tirocinio autonomo su paziente). La discussione del caso con il tutor avviene alla fine del trattamento.

Queste attività vengono svolte presso la sede di Parma, presso gli studi dei tutor incaricati o riconosciuti dal CIO, o presso strutture convenzionate con la scuola.

Il tirocinio, oltre ad essere uno step formativo obbligatorio, rappresenta un’esperienza di grande valore, perché permette allo studente di applicare le nozioni teoriche acquisite all’interno del corso di studi alla concretezza del rapporto con il paziente, che necessita di un approccio specifico. Proprio per questa ragione, ciascuno studente continua a seguire il paziente affidatogli nei trattamenti successivi, monitorando così la sua evoluzione sintomatologica.

VALUTAZIONE DEL TIROCINANTE

Per il tirocinio osservazionale non è prevista una valutazione specifica, ma è richiesta solo l’idoneità da frequenza.
Per il tirocinio interattivo, al termine dell’anno di Corso, i tutor che hanno seguito gli studenti si riuniscono per dare un giudizio (valutazione di idoneità) al singolo studente rispetto al percorso effettuato durante tutto il periodo del tirocinio, prendendo in esame le conoscenze teoriche e le capacità tecniche e relazionali espresse con i pazienti.
Nell’ambito del tirocinio autonomo, infine, il tutor esprime una valutazione per ogni trattamento effettuato dallo studente, che prende in esame le conoscenze teoriche e le capacità tecniche e relazionali dimostrate con i pazienti.

Esami e Diploma

Per verificare le conoscenze acquisite dallo studente, sono previsti esami scritti, orali e prove pratiche, che di norma si tengono dopo una breve pausa dal termine dello svolgimento della materia di insegnamento durante l’anno formativo. Le commissioni d’esame sono composte da docenti del CIO (ove possibile, dai titolari delle materie stesse) e/o dagli assistenti (a seconda dell’anno di corso).
Gli esami non superati possono essere ripetuti nelle sessioni successive. Per ogni esame, sono previste tre sessioni ordinarie per anno formativo. Sono inoltre programmate delle sessioni straordinarie ove necessario.

Gli esami hanno delle propedeuticità fra loro; alcuni sono propedeutici per la frequenza del tirocinio del 4° e 5° anno o per la frequenza delle lezioni in aula del 5° anno (cliniche mediche osteopatiche). Se non si è ammessi alla frequenza del 5° anno, è possibile iscriversi all’anno formativo con una quota ridotta, che permette di completare gli esami mancanti, potendo anche frequentare le relative lezioni.

I laureati (o coloro che abbiano sostenuto esami universitari) in discipline che prevedano lo studio di materie scientifico-biologiche (come ad esempio i corsi di laurea in Farmacia, Psicologia, ecc.), possono chiedere il riconoscimento degli esami universitari. Per effettuare la richiesta, occorre presentare alla Segreteria, entro i termini previsti, l’attestazione di superamento dell’esame e il relativo programma. La Commissione Didattica della Scuola effettua poi la valutazione della documentazione e delibera gli esami riconosciuti allo studente, che è quindi esentato anche dalla frequenza delle relative lezioni. I crediti corrispondenti alle materie convalidate, equivalgono ad una riduzione della retta per l’iscrizione all’anno di corso succesivo.

Per i dettagli, è necessario consultare il Regolamento del corso T1 

Al termine del percorso formativo, con l’acquisizione di 300 crediti formativi osteopatici e con il superamento delle prove finali, si consegue il Diploma di Osteopatia.

La prima prova finale è l’esame clinico interno, superato il quale ottiene l’ammissione all’esame di Diploma in Osteopatia (Esame D.O.). Si tratta di un esame pratico su paziente, che si svolge di fronte ad una commissione composta da un membro interno CIO e da due membri esterni incaricati da AISO.
Per il conseguimento del diploma, è richiesta inoltre la presentazione di una tesi, compilativa o sperimentale, che viene discussa di fronte ad una commissione interna, prima di sostenere l’esame D.O.

E’ possibile sospendere la frequenza per uno o più anni, mantenendo la validità degli anni già completati e degli esami già superati.

Sbocchi professionali

In Italia, nel corso degli ultimi trent’anni, abbiamo assistito ad una rapida diffusione dell’osteopatia. Questo progressivo sviluppo dell’osteopatia è stato accompagnato dal riconoscimento dell’osteopatia con la legge n.3/2018, da una sempre maggiore attenzione verso questa nuova medicina integrata da parte degli operatori della salute e, conseguentemente, da una sempre maggiore richiesta da parte dei pazienti.

Gli osteopati possono esercitare la professione in maniera autonoma o in collaborazione con strutture private. L’ambito professionale si sviluppa in campo preventivo, pediatrico, sportivo e geriatrico.

Il tuo futuro inizia qui!