Fondamenti di integrazione tra clinica ortopedica e valutazione osteopatica

QUANDO:

I Seminario: 23-24 Febbraio 2024;

II Seminario:15-16 Marzo 2024;

III Seminario: 12-13 Aprile 2024

DOVE:

C.I.O. (Collegio Italiano Osteopatia)- Strada Argini Parma 103/b-43124- Parma

A CHI SI RIVOLGE:

Il corso si rivolge a Osteopati in possesso di Diploma D.O.

 QUOTE:

900.00 € IVA Inclusa; QUOTA AMICI DEL CIO 720.00 € IVA Inclusa

PRESENTAZIONE:

Che ruolo diamo alla valutazione del sintomo dei nostri pazienti? Siamo in grado di capire quale struttura o quale tessuto sia all’origine del dolore? Il quadro clinico davanti al quale ci troviamo è quello di un’alterazione funzionale o di una patologia ortopedica conclamata e che differenza e relazione c’è tra queste due condizioni? Riusciamo, in altre parole, ad indagare con competenza un sintomo senza perdere di vista la totalità e la complessità della persona?

I docenti di questo corso, Michele Finardi e Martina Nardon, fisioterapisti e osteopati DO, hanno fatto di queste domande un principio fondante della loro professione, ritenendo la capacità di valutazione clinica un presupposto indispensabile per un professionista che voglia lavorare nell’ambito sanitario.

Questo corso nasce dall’esperienza maturata in anni di lavoro in studio e ancor più dal confronto con centinaia di allievi, sia nelle lezioni frontali in aula che durante il tirocinio clinico con i pazienti, con l’obiettivo di fornire ai partecipanti un’approfondita capacità di diagnosi differenziale e di integrazione tra questa e il quadro osteopatico del paziente, per poter svolgere il proprio lavoro con sicurezza, competenza e capacità di confronto con differenti figure sanitarie. Durante il corso si affronteranno tematiche fondamentali, tra le quali come impostare un’anamnesi razionale, rapida ed efficace, quali test clinici svolgere per i diversi distretti, come effettuarli e come interpretarli, con focus di anatomia palpatoria sistematica, per imparare a riconoscere nei tessuti i segni di patologia e di disfunzione.

Il corso si compone di 3 incontri di 2 giorni ciascuno. In ogni modulo verrà introdotta la teoria alla base dell’analisi clinica ma verrà altresì lasciato ampio spazio alla parte pratica. Nel primo modulo si affronteranno le tematiche relative all’arto inferiore, nel secondo quelle relative all’arto superiore mentre nel terzo quelle relative alla colonna e agli intrappolamenti nervosi periferici.

 

SEMINARI:

 Il corso si articola in tre seminari di due giornate ciscuno. Non è possibile, dunque, partecipare a un solo seminario.

I Seminario

Venerdì 23 Febbraio e Sabato 24 Febbraio 2024

Venerdì 23 Febbraio 2024

 h9.00-11.00 Fondamenti di integrazione tra clinica ortopedica e valutazione osteopatica

h11.00-13.00

Studio del quadro clinico:

 Anamnesi

  Diagnosi differenziale ortopedica. Quali test in base ai sintomi? Razionale di indagine

  Valutazione osteopatica. Quadro disfunzionale in assenza di patologia ortopedica o come alterazione alla base della patologia

  Studio di segni / sintomi / alterazione alla palpazione dei diversi tessuti dell’apparato locomotore in caso di patologia e di disfunzione

 h13.00-14.00 pausa pranzo

 h14.00-18.00

 Piede e caviglia

Anatomia palpatoria

Valutazione ortopedica e funzionale delle diverse strutture anatomiche

Revisione e applicazione dei concetti appresi alle principali patologie di piede e caviglia: fascite, tallonite, tunnel tarsale, os trigonum, tendiniti, esiti di distorsione e complicanze

Sabato 24 Febbraio 2024

h9.00-13.00

Ginocchio

 Anatomia palpatoria

Valutazione ortopedica e funzionale delle diverse strutture anatomiche

 Revisione e applicazione dei concetti appresi alle principali patologie del ginocchio: lesioni legamentose, lesioni meniscali, tendiniti, sindrome della bandelletta I-T, condropatia femoro/rotulea, artrosi…

 h13.00-14.00 pausa pranzo

 h14.00-16.00

Anca

Anatomia palpatoria

Valutazione ortopedica e funzionale delle diverse strutture anatomiche

 Revisione e applicazione dei concetti appresi alle principali patologie del bacino e dell’anca: pubalgia (sintomo o patologia?), conflitto femoro – acetabolare e conseguenze articolari, artrosi, algodistrofia e necrosi testa femorale

h16.00-18.00 Lesioni muscolari. Quadro clinico e valutazione muscolare 

 II Seminario

Venerdì 15 Marzo e 16 Marzo 2024

 Venerdì 15 Marzo 2024

h9.00-11.00 Cingolo scapolo – omerale. Revisione della biomeccanica e studio delle patologie ortopediche in funzione della alterazione della fisiologia articolare

h11.00-13.00

Anatomia palpatoria

Valutazione ortopedica e funzionale delle diverse strutture anatomiche

h13.00-14.00 pausa pranzo

 h14.00-18.00 Revisione e applicazione dei concetti appresi alle principali patologie della spalla: instabilità, lesioni tendinee, lesioni al cercine, diversi tipi di conflitti (interni ed esterni), capsulite, artrosi

h16.00-18.00 Sintesi clinica

Sabato 16 Marzo 2024

h 9 .00– 13.00

Gomito

Anatomia palpatoria

Valutazione ortopedica e funzionale delle diverse strutture anatomiche

Revisione e applicazione dei concetti appresi alle principali patologie del gomito: borsiti, epicondiliti ed epitrocleiti (vere e false),

h13.00-14.00 Pausa pranzo

h14.00 – 18.00

Polso e mano

Anatomia palpatoria

Valutazione ortopedica e funzionale delle diverse strutture anatomiche

Revisione e applicazione dei concetti appresi alle principali patologie della mano e del polso: instabilità, tunnel carpale, tendinite di De Quervain, dito a scatto

III Seminario
Venerdì 12, Sabato 13 Aprile 2024

Venerdì 12 Aprile 2024

h9.00-11.00 Colonna vertebrale. Revisione della biomeccanica e studio delle patologie ortopediche in funzione della alterazione della fisiologia articolare

h11.00-13.00 Anatomia palpatoria di superficie

h13.00-14.00 pausa pranzo

h14.00–16.00 Revisione e applicazione dei concetti appresi alle principali patologie: protrusioni discali ed ernie discali (nelle varie fasi e nei differenti quadri clinici), anterolistesi, artrosi.

h16.00-18.00 Disfunzioni muscolo – fasciali. Classificazione e approccio manuale a contratture, tender point trigger point, spasmi muscolari

Sabato 13 Aprile 2024 

h9.00-11.00 Concetto di intrappolamento del nervo periferico e razionale dell’approccio manuale

h11.00-13.00 Palpazione de punti di intrappolamento del nervo periferico e test di diagnosi differenziale: arto inferiore 

h13.00-14.00 pausa pranzo

 h14.00-16.00 Palpazione de punti di intrappolamento del nervo periferico e test di diagnosi differenziale: arto superiore

h16.00-18.00 Sintesi clinica

 

 I DOCENTI

D.O.Michele Finardi– D.O.  e fisioterapista

D.O. Martina Nardon – D.O. e fisioterapista

 

                                                                 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CORSO