Attenzione! Le iscrizioni apriranno il 1 settembre 2020

QUANDO E DOVE
Giovedì 4, Venerdì 5, Sabato 6 dicembre 2020
c/o CIO – Collegio Italiano di Osteopatia
Strada Argini Parma, 103/b – Parma

DESCRIZIONE
Il corso, distribuito su tre giorni, alternerà parti teoriche ad altre pratiche. L’aspetto clinico-esperienziale sarà quello che maggiormente verrà sviluppato per poter mettere in pratica l’approccio più efficace nel contesto lavorativo in cui normalmente dentista ed osteopata lavorano.

OBIETTIVI
L’obiettivo del corso è permettere all’osteopata e al dentista di collaborare in modo proficuo ed efficace con un linguaggio comune e rispettando i tempi clinici che realmente si hanno in ambulatorio. Alla fine del corso l’osteopata avrà i rudimenti della diagnosi e della terapia ortodontica oltre alle conoscenze cliniche per intervenire sui pazienti.Il dentista, invece, avrà i rudimenti palpatori necessari per capire quando può essere utile una valutazione osteopatica per facilitare il percorso terapeutico.

PROGRAMMA

Venerdì 4 dicembre 2020 (ore 9-13/14,30-18,30)

I criteri di diagnosi osteopatica delle malocclusioni

  1. Le disfunzioni della SSB (sincondrosi sfeno-basilare) e il loro riflesso sulla morfogenesi cranio-facciale e nell’eziologia delle malocclusioni. Lezione frontale.
  2. Introduzione alla tensegrità, mesocinetica, meccanobiologia a livello dentale e nello sviluppo della funzione masticatoria. Nuove teorie sulla mobilità e deformabilità cranica. Anatomia fasciale della testa e del collo. Lezione frontale.
  3. Semeiotica palpatoria del cranio e delle regioni dell’apparato stomatognatico. Dimostrazione pratica.
  4. Esercitazione di gruppo
  5. Palpazione dei pilastri ossei della faccia. Dimostrazione pratica.
  6. Esercitazione di gruppo

Sabato 5 dicembre 2020  (ore 9-13/ 14.30-18.30)

Le disfunzioni masticatorie, respiratorie, linguali, e il loro riflesso sulla postura

  1. La postura: dalla teoria compressiva a quella tensegritiva. Lezione frontale.
  2. Cause sistemiche di alterazione della fascia: non solo meccanica. Lezione frontale.
  3. Le nuove basi della postura. Lezione frontale.
  4. Diagnosi della funzione masticatoria, deglutitoria e respiratoria e relativo riflesso sulla postura. Lezione frontale.
  5. Diagnosi della funzione masticatoria, deglutitoria e respiratoria e relativo riflesso sulla postura. Dimostrazione pratica.
  6. Esercitazione di gruppo.
  7. Diagnosi della funzione masticatoria, deglutitoria e respiratoria e relativo riflesso sulla postura. Dimostrazione pratica.
  8. Esercitazione di gruppo.

Domenica 6 dicembre 2020 (ore 9-13 / 14.30-18.30)

Le nozioni essenziali per un inquadramento posturale clinico nei pazienti con malocclusioni e disordini temporo-mandibolari

  1. I Disordini Temporo-Mandibolari: classificazione, inquadramento clinico e terapeutico. Lezione frontale.
  2. Infiammazione neurogenica, sensitizzazione centrale, Heart Rate Variability (HRV): approccio PNEI ai DTM. Lezione frontale.
  3. Analisi dell’adattamento allo stress con il PPG-Stress Flow e management osteopatico dei pazienti con DTM. Dimostrazione pratica.
  4. Esercitazione di gruppo.
  5. Semeiotica palpatoria e tecniche di primo intervento nei casi acuti di DTM. Dimostrazione pratica.
  6. Esercitazione di gruppo.

DOCENTI

Andrea Corti: medico chirurgo, odontoiatra, osteopata D.O.. Docente di al CIO Collegio Italiano di Osteopatia e docente in vari post-graduate osteopatici. Autore di articoli su riviste mediche e di osteopatia. Relatore a vari congressi nazionali ed internazionali. Socio SIpnei.

Nicola Barsotti: laurea magistrale in scienze riabilitative, fisioterapista, osteopata D.O. Docente di al CIO Collegio Italiano di Osteopatia e docente in vari post-graduate osteopatici e medici. Autore di articoli su riviste mediche e di osteopatia. Relatore a vari congressi nazionali ed internazionali. Membro del direttivo nazionale Sipnei.

ATTENZIONE! I posti sono limitati. L’assegnazione dei posti disponibili verrà effettuata in base alla data di pagamento.
N.B. Il corso sarà attivato al raggiungimento di un numero minimo di partecipanti